ST-ETR360_001-ALe501_025-InaugurazioneCapannoneManutenzioneRegionale-IMCMestre-Mestre-2013-12-12-CamattaA-JJEP8353Mestre, 12 dicembre 2013 – È stato presentato ufficialmente alla stampa questa mattina il nuovo orario cadenzato della Regione Veneto. Alla presenza dell’AD di Trenitalia Ing. Vincenzo Soprano, del direttore regionale Trenitalia Ing. Maria Annunziata Giaconia, del presidente di Sistemi Territoriali Ing. Gian Michele Gambato e dell’Ing. Bruno Carli per la Regione Veneto, nella sala professionale dell’IMC di Mestre, è stato spiegato dettagliatamente il cambio epocale che subirà l’orario regionale dal prossimo 15 dicembre. Più treni sulle relazioni più frequentate, ma anche migliori collegamenti e il cadenzamento orario, che permetterà anche ai viaggiatori di accedere più facilmente al sistema ferroviario. Vengono introdotte le rotture di carico in alcune stazioni, per sfruttare al meglio i convogli elettrici e Diesel, migliorando i turni dei materiali. Nuovi treni in arrivo, con i 20 FLIRT comprati dalla Regione (in parte già consegnati) e con i 9 Vivalto con E 464 Trenitalia in arrivo entro il 2015, oltre alla ristrutturazione di tutto il parco già esistente. Un aumento a 800 treni/giorno, con un maggiore investimento annuale da parte della Regione di 10 milioni di euro. Un “sistema complesso” secondo l’AD di Trenitalia, progettato durante gli ultimi anni, che vede il Veneto come prima assoluta a dotarsene “a questo livello e di queste dimensioni”, dovuto anche alla particolare policentricità della regione. Gli orari e i biglietti sono già disponibili sul sito e-commerce di Trenitalia, mentre i quadri orari delle linee possono essere scaricati nella sezione ‘Regioni’.

Settimana intensa per le ferrovie venete che, dopo la presentazione dell’ETR360 a Venezia S.L. il 10 dicembre (leggi), stamattina hanno visto anche l’inaugurazione di un capannone nell’IMC di Mestre ristrutturato per accogliere durante la manutenzione i convogli delle due imprese ferroviarie. I tre binari, lunghi 110 metri e tutti elettrificati, potranno ospitare senza doverli scomporre i TAF Trenitalia e gli ETR343/360. Una spesa di 2 milioni di euro che, assieme ad altri lavori come il capannone di Verona S.Lucia (leggi), portano gli investimenti di Trenitalia a 8 milioni di euro. Dopo il taglio del nastro, per mano del più giovane dipendente della sede manutentiva coadiuvato dall’Ing. Soprano, hanno fatto ingresso il TAF n° 25 e l’ETR 360 001. A cura di Andrea Camatta

InaugurazioneCapannoneManutenzioneRegionale-IMCMestre-Mestre-2013-12-12-CamattaA-JJEP8311 InaugurazioneCapannoneManutenzioneRegionale-IMCMestre-Mestre-2013-12-12-CamattaA-JJEP8420

 

Tags: , , , , , , , , ,