Frecciarossa1000-ProveMotoria400kmh-VadoLigure-FotoBombardier-wwwduegieditriceitRoma, settembre 2013 – Bombardier Transportation Italy torna a investire sulla ricerca e la formazione dei giovani laureati in ingegneria sponsorizzando l’edizione 2013/2014 del Master universitario di secondo livello in Ingegneria delle Infrastrutture e dei Sistemi Ferroviari, promosso dalla facoltà di Ingegneria Civile e Industriale dell’Università degli Studi La Sapienza di Roma.
Quella tra Bombardier Transportation Italy e l’ateneo della Capitale è una collaborazione di assoluto rilievo, che vede l’azienda impegnarsi per il secondo anno consecutivo nella promozione del corso ad alta specializzazione nell’Ingegneria Ferroviaria, a testimonianza dell’attenzione dell’Azienda verso l’innovazione tecnologica e la formazione dei giovani laureati, che rappresentano per Bombardier elementi strategici per continuare a crescere ed essere competitivi nelle nuove sfide tecnologiche che i mercati richiedono.
Il Master, della durata di 4 mesi, partirà a gennaio 2014 e si concluderà a maggio dello stesso anno e sarà diretto a 30 neo ingegneri che parteciperanno ad un percorso formativo in 12 moduli, articolato in 480 ore di lezioni, seminari,  oltre all’opportunità di svolgere attività di stage per 150 ore presso le Aziende partner.
I temi affrontati nel corso delle lezioni includeranno, tra numerosi altri argomenti,  anche i Fondamenti di tecnica ed economia ferroviaria  e la Tecnica della circolazione – che saranno sviluppati e presentati – analogamente a quanto fatto già nell’edizione precedente -  dai più qualificati ingegneri dei siti Bombardier di Vado Ligure e di Roma, che illustreranno sia i prodotti nazionali che internazionali, oltre alle metodologie di progettazione e funzionamento.
Sono inoltre previsti approfondimenti specifici su trasporto merci, logistica, pianificazione del servizio e legislazione delle opere ferroviarie.
A chiusura del percorso di lezioni, seminari, project work e visite ai cantieri, Bombardier offrirà anche per il prossimo anno, agli studenti più meritevoli,  opportunità di stage  presso i propri siti in Italia.
Nel corso della precedente edizione del Master, Bombardier Transporation Italy ha infatti offerto due opportunità di stage in azienda,  di cui una è stata con successo accolta ed il giovane ingegnere ha potuto proseguire per altri 2 mesi il previsto periodo di stage presso il Centro di Ingegneria sul Segnalamento Ferroviario di Roma, con possibilità di collaborare stabilmente con l’Azienda.
“Ringrazio il Prof. Malavasi , Direttore del Master ed il Preside della Facoltà di Ingegneria, Prof. Vestroni, oltre a  tutti i colleghi delle Aziende partner per l’eccellente contributo al successo del Master -  ha dichiarato Franco Pietrini, Vice President della Divisione RCS di Bombardier Transportation, Regione 4.
La formazione in casa Bombardier è una priorità. La società da sempre investe sui giovani talenti mediante una collaborazione costante con le Università di tutto  il mondo  su progetti specifici, capaci di avvicinare  risorse pregiate al mondo del lavoro.
Ma è fondamentale per i giovani – ha proseguito Pietrini – la voglia di crescere. La motivazione, la proattività, la passione, l’internazionalizzazione e la capacità di superare le difficoltà son plus fondamentali per la nostra azienda. Questo chiediamo ai giovani ingegneri di oggi.  Da parte nostra, sviluppiamo internamente  dei programmi in grado di aiutare le giovani risorse a crescere in Azienda.
BT Next Generation  – ha concluso Pietrini – è  appunto un programma sviluppato da Bombardier con lo scopo di  mettere in contatto le giovani risorse con i più qualificati esponenti dell’imprenditoria  nazionale ed internazionale, oltre che con il Top Management dell’Azienda”.
Formazione multidisciplinare nel settore dei trasporti ferroviari, ma anche specializzazione delle competenze: lo scopo del master è proprio quello di incanalare gli skills sulla base della effettiva richiesta del mercato. Fonte Bombardier

 

Tags: , , , , , ,