GTT-ALe054_01-CaselleAeroporto-2009-10-11-CerizzaMatteo-wwwduegieditriceit-WEBSCR in data 19 agosto 2013 ha bandito la gara per “l’affidamento della progettazione esecutiva e della realizzazione di tutti i lavori e forniture necessari per la costruzione del collegamento della linea Torino-Ceres con la rete R.F.I. lungo Corso Grosseto, compresi la realizzazione della fermata Grosseto ed il completamento della fermata Rebaudengo, ai sensi dell’art. 53, comma 2, lettera b), del D.Lgs. 12 aprile 2006, n. 163 e s.m.i.”. Si tratta dell’opera più importante, a livello infrastrutturale, che il Piemonte mette in cantiere per i prossimi anni.
L’importo complessivo dell’intervento, finanziato con fondi regionali e statali, ammonta ad € 180.000.000,00 di cui € 130.985.024,23 per la redazione del progetto esecutivo e per la realizzazione dei lavori.
L’opera, che verrà ultimata in circa quattro anni comprensivi dei tempi di gara, di progettazione esecutiva e di realizzazione dei lavori, collegherà l’attuale linea Torino-Ceres con il passante ferroviario di Torino, snodandosi lungo la direttrice di corso Grosseto, la cui viabilità verrà ampiamente risistemata; all’interno della tratta, oltre alla preesistente stazione Rebaudengo, sorgerà la nuova stazione Grosseto.
Con la pubblicazione odierna del bando si concretizza l’intero sforzo fatto dalla Regione Piemonte su un’infrastruttura per noi considerata strategica sin dai primi giorni del mandato, cosi l’assessore regionale ai trasporti ed infrastrutture Barbara BONINO. Un’opera che non cambierà solo la mobilità delle persone. Molteplici i vantaggi: la Val di Lanzo definitivamente collegata con il passante di Torino; l’area metropolitana che diventerà la terza realtà italiana – dopo Roma con il suo Leonardo Express e Milano tramite il Malpensa Express – dove sarà possibile raggiungere lo scalo aeroportuale da più di 85 stazioni collegate in rete tra di loro grazie al Servizio Ferroviario Metropolitano. Ma non solo, penso a tutti i fruitori delle ski routes diretti sulle montagne olimpiche che finalmente, una volta atterrati a Caselle, potranno comodamente salire sul treno per scendere direttamente sulle piste da sci.
Dopo la nascita dell’SFM, conclude BONINO, l’interconnessione Rebaudengo-Grosseto colloca definitivamente Torino ed il Piemonte al pari di tutte quelle realtà europee dove i servizi S-Bahn ed i collegamenti verso gli aeroporti sono da anni attivi e base di sviluppo per gli scali stessi. Un’opera sulla quale l’impegno economico della Regione Piemonte è di ben 142.000.000 € anticipando addirittura i finanziamenti statali concordati con lo Stato nel lontano 2009.
Il Presidente ing. Domenico Arcidiacono esprime grande soddisfazione per il coinvolgimento di SCR in un progetto di tale rilevanza per il futuro piemontese:  “Ringrazio la struttura per la dedizione dimostrata ancora una volta e, in particolare, chi ha modificato o annullato le proprie ferie per garantire il servizio all’Azienda”.
Tutte le informazioni di dettaglio relative al bando e alla documentazione di gara sono disponibili al link. Fonte Regione Piemonte

 

Tags: , , , , ,