FondazioneFS-inaugurazionelavoristazionedi-TriesteCMtagliodelnastrodapartedelleautorita-2019-05-04-PaoloVisintini_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitTrieste, 7 maggio 2019 – Sabato 4 maggio, con una cerimonia e relativo taglio del nastro, sono ufficialmente partiti i lavori di restauro e riqualificazione della vecchia stazione ferroviaria di Trieste Campo Marzio, che fino al luglio 2017 ha ospitato l’omonimo museo.
Un intervento molto atteso dagli appassionati e dai triestini che dal lontano 8 marzo del 1984 hanno visitato l’antico edificio di via Giulio Cesare, a due passi dal mare. Così alla presenza del Governatore Massimiliano Fedriga, del sindaco di Trieste Roberto Dipiazza, del presidente della Fondazione FS Mauro Moretti e del direttore generale della Fondazione FS. Luigi Cantamessa, è stato siglata la consegna dell’area cantiere all’impresa che ne curerà il delicato intervento di rinascita dello storico fabbricato.
“Oggi è una giornata importante per la storia delle Ferrovie dello Stato in questa regione – ha detto l’ing. Luigi Cantamessa – perché da lunedì inizia la ripartenza di Campo Marzio, un “unicum” per le terre giuliane. Non sarà un museo, non sarà una stazione, bensì la prima stazione – museo con attività ricettive in Italia. Da qui partiranno le “crociere ferroviarie”, un’opera già avviata da quest’anno con oltre 600.000 Euro stanziati dalla giunta Fedriga per tour in tutta la regione”.

Fondazionefs-inaugurazionelavoristazione3di-TriesteCM-2019-05-04-PaoloVisintini_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit
A delineare il futuro dell’area di Campo Marzio è intervenuto il sindaco Roberto Dipiazza, ricordando come tutta la zona cambierà volto dal momento che il mercato ortofrutticolo verrà spostato e al suo posto sorgerà una spa. Senza dimenticare che l’edificio dell’ex Meccanografico verrà ristrutturato ed ospiterà la sede di Esatto e di alcuni uffici comunali: poi si potrà anche pensare di pedonalizzare l’area antistante il Museo Ferroviario e deviare la circolazione in un sottopasso.
“Mi auguro che questo Museo diventi un centro culturale della città di prima importanza – ha sottolineato Mauro Moretti, presidente della Fondazione FS, durante il suo intervento -  però non solo un centro della cultura nazionale ferroviaria, ma anche una casa dove svolgere tanti altri tipi di iniziative e manifestazioni. Guardavo in televisione il museo di Napoli che è diventato uno dei più richiesti per sposalizi, cercato anche dal Giappone”.
“Questa sarà una straordinaria opportunità per la città di Trieste – ha sottolineato il governatore Massimiliano Fedriga – e per il Friuli Venezia Giulia tutto che, a partire dal 2022, avrà a disposizione un nuovo polo turistico, culturale e ricreativo, il secondo grande Museo Ferroviario Nazionale. Il primo, quello di Pietrarsa, è infatti già una solida realtà, capace di realizzare, nel solo 2018, l’invidiabile numero di 170.000 visitatori”.Fondazionefs-inaugurazionelavoristazione4di-TriesteCM-2019-05-04-PaoloVisintini_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit

Ma come sarà il nuovo polo museale di Campo Marzio?

Il progetto di riqualificazione del Museo Ferroviario di Trieste nasce alla fine del 2016 con un primo studio di fattibilità, che si è concretizzato con un protocollo d’intesa firmato nel luglio del 2017 tra Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, la Regione autonoma Friuli Venezia Giulia, il Comune di Trieste, Ferrovie dello Stato Italiane, Rete Ferroviaria Italiana e Fondazione FS.
La filosofia scelta si dividerà in tre parti: ludico – educativa, tecnico – scientifico e socio antropologico. Quindi un museo che possa rivolgersi a vari target di utenza e non solo ad un pubblico interessato dal punto di vista storico – tecnico.
Oltre agli interventi di restauro interno ed  esterno della vecchia stazione e ad un nuovo percorso espositivo, cambia anche l’ingresso. Non si accederà più da via Giulio Cesare, bensì dal portico di via Ottaviano Augusto, di fronte alla piscina terapeutica, mentre l’atrio diverrà una sala polivalente anche se già da solo ha già un suo fascino, rappresentando un bell’esempio di stile Liberty. I visitatori, una volta varcato il nuovo ingresso, si troveranno davanti ad un grande atrio vetrato che permetterà loro di osservare fin da subito il fascio binari e quindi constatare l’imponenza della stazione.
Fra le novità sicuramente molto gradite, sempre su questo lato del complesso, sorgerà il primo  hotel italiano a tematica rigorosamente ferroviaria, che occuperà entrambi i piani dell’edificio.
Inoltre va segnalata la creazione di spazi per mostre temporanee, di un laboratorio didattico, di una carrozza bar, di un negozio di modellismo, di un’agenzia di turismo ferroviario, di un bookshop e di una caffetteria.

FondazioneFS-inaugurazionelavoristazionedi-TriesteCMfirmaconsegnachiavialladittavincitricedellappalto-2019-05-04-PaoloVisintini_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit
I lavori si articoleranno in tre fasi: le prime due riguarderanno il restauro  di tutta l’area prospiciente via Giulio Cesare e il restauro degli interni, che costituiranno  nuovamente la sede espositiva del museo ferroviario. Il tutto per un costo complessivo di 6 milioni e 500 mila euro, finanziati da Gruppo FS Italiane, MiBACT e Regione Friuli Venezia Giulia.
La terza fase prevede la realizzazione dell’hotel a tematica ferroviaria, il restauro dell’altro lato del comprensorio, il rifacimento della volta metallica (che dal 1906 al 1942 sormontava il fascio binari  poi smantellata per donare il ferro alla patria per gli eventi bellici) e nonché la creazione di un enorme cortile interno coperto per ospitare eventi o manifestazioni. Però questa terza fase, del valore di circa 12 milioni di Euro,  al momento non dispone di copertura finanziaria.
Al termine degli interventi di riqualificazione, Fondazione FS gestirà direttamente il Museo Ferroviario di Trieste Campo Marzio avvalendosi anche del contributo dell’omonima associazione di appassionati. A cura di Andrea Di Matteo – servizio fotografico di Paolo Visintini

FondazioneFS-inaugurazionelavoristazionedi-TriesteCMfirmaconsegnachiavialladittavincitricedellappalto3-2019-05-04-PaoloVisintini_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit  Fondazionefs-inaugurazionelavoristazionedi-TriesteCMfirmaconsegnachiavialladittavincitricedellappalto2-2019-05-04-PaoloVisintini_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitFondazioneFS-inaugurazionelavoristazionedi-TriesteCMilPresidentedifondazioneFSMorettiPresidenteFVGFedrigaSindacodiTriesteDiPiazzaedirettoreCantamessa-2019-05-04-PaoloVisintini_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , ,