Colmar-macchina_operatrice-FotoColmar_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitRovigo, 27 settembre 2018 – Il Supply Chain Fund, primo fondo di investimento alternativo – FIA specializzato nell’acquisto di crediti commerciali direttamente dalle PMI e lanciato in Italia da Groupama Asset Management Sgr – ha avviato un finanziamento per un plafond di 2,5 milioni di euro (pari ad un turnover di 10 milioni di euro) alla Colmar Technik SpA, società specializzata nel settore dei macchinari speciali per la manutenzione delle linee e reti ferroviarie.
Colmar, fondata nel 1963, è un’azienda italiana con sede centrale a Rovigo, nata dall’idea di due ragazzi che dai veicoli militari del Dopoguerra hanno ottenuto macchine per la movimentazione dei prodotti del settore agricolo e a movimento terra. Nel 1967 Colmar lancia il primo caricatore ferroviario nella posa del doppio binario sulla Venezia-Roma e a partire dal 2012 il core business di Colmar Technik si sposta nella progettazione e costruzione di apparecchi speciali per la manutenzione delle linee ferroviarie.
Dall’inizio degli anni 60, Colmar ha esportato in tutto il mondo oltre 4000 macchine, grazie ad una capillare rete commerciale e di vendita, affiancate da un’assistenza tecnica, che comprende le sedi nel Regno Unito, Stati Uniti, Russia, Cina e Colombia.
Nel 2016, Colmar Technik si aggiudica da Rete Ferroviaria Italiana (RFI) una gara sperimentale per la costruzione di 2 rincalzatrici – macchine all’avanguardia oggi oggetto di un monopolio da parte di un gruppo svizzero-austriaco – che rappresentano un mercato che a livello mondiale oggi vale circa 600 milioni di euro l’anno.
L’accordo siglato con il Supply Chain Fund prevede due linee di credito nell’ambito di tre commesse vinte da Colmar per RFI. In particolare, la linea principale prevede un plafond di 2 milioni di euro per una durata di 18 mesi che permetterà l’anticipo delle fatture relative alla fornitura a RFI di 141 caricatori strada rotaia per un valore complessivo di oltre 40 milioni.
“Il finanziamento ottenuto con il Supply Chain Fund garantisce a Colmar Technik di investire la liquidità nell’immediato e, allo stesso tempo, di ottimizzare il capitale circolante netto. Uno dei prossimi investimenti sarà un nuovo stabilimento, più grande dei precedenti, pensato per la produzione di macchinari all’avanguardia, con l’obiettivo di competere a livello mondiale nel settore delle rincalzatrici, che al momento vede il monopolio da parte di un gruppo svizzero-austriaco. Ad oggi contiamo oltre 100 dipendenti e abbiamo rapporti con studi di ingegneria per un totale di oltre 300 persone”, ha spiegato Carlo Bortoletti, imprenditore e Amministratore Unico di Colmar Technik.
“L’internazionalizzazione insieme alla qualità e affidabilità nei tempi hanno reso Colmar Technik un’azienda fondamentale per i costruttori e gestori delle linee ferroviarie e delle aziende che vi fanno manutenzione. Lo sviluppo commerciale dell’azienda è dal 2015 affidato a mio figlio Gaetano Bortoletti che ha introdotto prodotti quali i locotrattori, le locomotive, le spazzolatrici e i sistemi per il trasporto del pietrisco. L’ampliamento del portafoglio prodotti è all’origine del nostro posizionamento strategico quale player di riferimento nei settori della costruzione e manutenzione delle linee ferroviarie”, ha concluso Carlo Bortoletti.
“Il Supply Chain Fund è stato creato solo per gli investitori istituzionali, che con la sottoscrizione delle quote possono dare sostegno all’economia reale italiana, attraverso una nuova asset class – i crediti commerciali -, rinforzando l’intero tessuto produttivo del Paese e ponendosi come canale complementare agli istituti bancari”, ha spiegato Alberico Potenza, Direttore Generale di Groupama Am Sgr e Direttore Investimenti del Supply Chain Fund. Comunicato Groupama Asset Management Sgr

 

Tags: , , , , , ,