GCF-SuiteRapide_G2d-fotoGCF_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitRoma, 30 agosto 2018 – Più di 1.000 chilometri di ferrovia completamente rinnovata: l’estate francese di GCF ha segnato una tappa apprezzabile per la Suite Rapide made in Italy. Con una sequenza di 22 cantieri – a partire da quello di Pau Dax, nel 2013 – condotti su 35 tratte delle rete ferroviaria francese il Gruppo Rossi, capofila del consorzio Transalp Renouvellement, in meno di sei anni ha consegnato a SNCF, gestore delle ferrovie di Francia, 1.078 chilometri di binari nuovi – sostituendo integralmente rotaie e traversine – e 1.094 chilometri di massicciata risanata.
Il tutto al ritmo di 1.000 metri/giorno, come prescrive il “protocollo” Suite Rapide, la “corsia veloce” del Piano Generale di rinnovamento della rete ferroviaria francese.
“Mille chilometri di ferrovia rinnovata – commenta Alessandro Rossi, Presidente del Consorzio Transalp Renouvellement – costituiscono un traguardo importante per il nostro Gruppo. E’ frutto dell’impegno di uomini e mezzi, di costanza, di esperienza, di capacità di risolvere criticità e situazioni impreviste, di efficienza organizzativa. Per GCF è una tappa lusinghiera e, soprattutto, uno stimolo per l’impegno futuro: il Programma Suite Rapide 2018-2024 ci vede aggiudicatari di 2 dei tre lotti previsti nel maxi-appalto. Nei prossimi sette anni ci attendono altri 2.800 chilometri di rete ferroviaria: 400 chilometri l’anno su cui giocheremo le nostre forze e tutta la nostra esperienza”.
Pressoché completati, nelle scorse settimane, gli ingenti investimenti effettuati da CGF e dal Consorzio Transalp Renouvellement – circa 80 milioni di euro complessivi -   per raddoppiare il parco di treni e macchinari ad alta efficienza necessari per sostenere ritmi di 1000 metri di rinnovamento al giorno.
“Ogni Suite Rapide – spiega Carlo Paoloni, direttore di cantiere GCF – è una fabbrica mobile e modulare, un convoglio composto dalle migliori e più performanti macchine operatrici e condotto da personale di grande specializzazione ed esperienza. Credo che proprio la capacità di operare in team ed i nostri metodi di intervento innovativi e risolutivi sul piano logistico ed organizzativo siano le nostre qualità più apprezzate qui in Francia”.
I due convogli Suite Rapide si trovano ora impegnati, rispettivamente, sul quarto cantiere 2018 del Lotto 3, lungo la linea 205 000 Reims – Charleville-Mézières, e sul quarto cantiere 2018 del Lotto 2, lungo la linea 903 000, tra Saint-André-le-Gaz e Chambéry.
“Si tratta di due linee molto diverse – spiega Sabino Carbone, dalla Direzione francese di GCF – ma che presentano entrambe caratteristiche di problematicità. La prima, per la presenza di numerosi passaggi a livello e di zone di rischio legate alla presenza di stabilimenti industriali; la seconda, a binario semplice, per i tunnel e per le pendenze accentuate. I Piani di sicurezza, elaborati ad hoc e contenenti dettagliate procedure operative e stringenti norme comportamentali ci permetteranno di affrontare ogni possibile situazione di rischio e prevenire eventuali occasioni di infortunio”. La consegna dei lavori, per entrambi i cantieri, è prevista all’incirca per metà ottobre. Da comunicato GCFGCF-SuiteRapide-SNCF-immagineGCF_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit

 

 

Tags: , , , , , , ,