ETR485_43-Frecciargento-ES9353Roma_Lecce-Foggia-2009-08-29-BartolomeiPaolo-IMG_1569_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitRoma, 7 marzo 2018 – Dopo l’aggiudicazione dei precedenti primi due lotti, avvenuta a marzo del 2017, RFI ha annunciato la prossima pubblicazione, entro giugno 2018, dei bandi di gara per altri tre lotti riguardanti la progettazione esecutiva ed i lavori di realizzazione della nuova linea AV/AC tra Napoli e Bari.
I primi due lotti:
Infatti Italferr, società di ingegneria del Gruppo FS Italiane, per conto di Rete Ferroviaria Italiana  ha aggiudicato, nel 2017,  la prima gara per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori della variante Napoli – Cancello, assegnando al Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) Salini Impregilo Astaldi per un valore di 397 milioni di euro.
Parallelamente, Italferr, sempre nel 2017 , ha assegnato la seconda gara per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di raddoppio e velocizzazione della linea Cancello – Frasso Telesino, al Raggruppamento temporaneo di imprese (RTI) formato da Pizzarotti (capogruppo mandataria), Itinera e Ghella per un valore complessivo di 312 milioni di euro. Ricordiamo che l’aggiudicazione del lotto Cancello – Frasso Telesino ha preceduto di pochi mesi sia l’attivazione della tratta Cervaro – Bovino sul versante pugliese, avvenuta nell’estate del 2017,  che della nuova della stazione di Napoli Afragola . I primi due lotti, secondo gli obiettivi e il cronoprogramma fissati dalla Legge “Sblocca Italia”, dovranno essere attivati nel 2022.
I nuovi tre lotti:
Dopo il parere positivo di tutti gli Enti interessati nelle conferenze dei servizi, sono stati pubblicati sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea gli avvisi di pre-informazione relativi alle gare di appalto per la progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori di ulteriori tre lotti: Frasso Telesino – Vitulano (Frasso Telesino –  Telese e Telese – San Lorenzo Maggiore) e per uno dei due lotti del tratto Apice – Orsara (Apice – Hirpinia).
La pubblicazione dei bandi è prevista entro giugno 2018. L’importo a base di gara dei tre bandi è complessivamente pari a oltre 1,2 miliardi di euro. Gli interventi riguarderanno il raddoppio e la velocizzazione del tratto di linea tra Frasso Telesino e San Lorenzo Maggiore (circa 22 km) e del lotto fra Apice e la nuova stazione Hirpinia (circa 18 km). Gli interventi consentiranno di migliorare i collegamenti ferroviari regionali nel territorio irpino e quelli a lunga percorrenza fra la Campania e la Puglia. È, inoltre, prevista l’eliminazione di tutti i passaggi a livello, garantendo migliori standard di sicurezza, regolarità e puntualità del traffico ferroviario.
La conclusione dei lavori è prevista nel 2025 per la tratta Frasso Telesino – Vitulano, nel 2026 per la Apice – Orsara e per l’intera linea Napoli – Bari, con un investimento economico complessivo di 6,2 miliardi di euro. La linea è parte integrante del Corridoio europeo TEN-T Scandinavo-Mediterraneo, che collega Helsinki a Malta, passando per il Centro Europa e la dorsale ferroviaria italiana AV/AC Torino – Salerno. A cura di Antonio Bertagnin

 

Tags: , , , ,