FondazioneFS-D345_1142-96627FoggiaMontella-Montella-2017-11-05_BMontella, 22 novembre 2017 – In occasione della “Sagra della Castagna IGP ”, evento che si è tenuto a Montella, in provincia di Avellino, dal 3 al 5 novembre scorso, la Fondazione FS ha riaperto all’esercizio, a fini turistici, la tratta di circa 21 chilometri compresa tra la stazione di Lioni e quella di Montella della ferrovia Rocchetta Sant’Antonio – Avellino. Ricordiamo che la ferrovia Avellino – Rocchetta è chiusa al regolare esercizio commerciale dal 2010 e recentemente è entrata a far parte dell’elenco delle 18 ferrovie turistiche di cui il disegno di legge approvato in Senato nell’agosto scorso.
Durante la tre giorni è stata organizzata da Fondazione FS l’effettuazione di complessive 5 coppie di treni A/R secondo il seguente programma :

Venerdi 3 novembre: treno 96621 con partenza da Foggia nel pomeriggio, arrivo Montella e ripartenza in serata come treno 96620 con arrivo a Foggia a tarda notte. Nel treno inaugurale di andata, da Lioni a Montella, hanno preso posti i vertici di Fondazione FS e le autorità locali.

Sabato 4 e domenica 5 novembre: treno 96627 con partenza da Foggia alle 8.50, arrivo a Montella alle 12.19. Treno 96626 con partenza da Montella alle 17.15 ed arrivo a Foggia alle 21.10. È stata programmata anche una corsa intermedia tra Lioni, Nusco, Bagnoli Irpino e Montella, con partenza alle 13.30 da quest’ultima località e ritorno alle 15.40 per consentire ai turisti di poter effettuare anche una sola parte del viaggio sul treno storico.

FondazioneFS-D345_1142-96612MontLioni-Montella-2017-11-05_BertagIl convoglio utilizzato, composto nei giorni 4 e 5 novembre da quattro vetture Corbellini CI, un bagagliao a due assi, è stato trainato dalla locomotiva Diesel D 345 1142. Il treno inaugurale del 3 novembre aveva in composizione anche una vettura di prima classe a scompartimenti per le autorità.
La presenza di una sola locomotiva al traino del convoglio, senza l’utilizzo di una seconda locomotiva in coda la treno, ha “movimentato” al termine di ogni viaggio, nelle rispettive stazioni di arrivo, lo spettacolo offerto dal treno storico con l’effettuazione della manovra del “salto” della locomotiva e le relative manovre di aggancio e prova freni; manovre ferroviarie ormai rare a vedersi che molti dei giovani curiosi partecipanti all’evento non hanno mai avuto occasione di vedere, stante, ormai, la consuetudine dell’utilizzo in ferrovia delle composizioni bloccate.
Il tracciato ferroviario tra le stazioni di Lioni e Montella è caratterizzato dalla presenza della galleria “Vallone oscuro”, lunga 756 metri, compresa nella tratta di linea tra le stazioni di Bagnoli Irpino e di Nusco, stazione che con i suoi 675 metri s.l.m. è la più alta di tutta la linea Avellino – Rocchetta . Il valico fa da spartiacque tra la vallata percorsa dal fiume Calore, verso Montella, e quella percorsa dal fiume Ofanto, verso Lioni. Purtroppo gran parte delle originarie stazioni della linea sono andate distrutte dal violento terremoto del 23 novembre 1980. Ciò ha comportato che i Fabbricati Viaggiatori siano stati sostituiti da anonime strutture prefabbricate; sono comunque ancora presenti, in alcuni piazzali, le colonne idrauliche risalenti all’epoca della trazione a vapore.

FondazioneFS-D345_1142-96627FoggiaMontella-Montella-2017-11-05_B
Per il prossimo anno è programmata, da parte di Fondazione FS, la riapertura anche della tratta Avellino – Montella che con i suoi 44 chilometri porterà al ripristino completo di tutta la linea Avellino – Rocchetta per una estesa complessiva di circa 118 chilometri.
Con la riapertura della Lioni – Montella diventano circa 570 i chilometri di “binari senza tempo” recuperati dalla Fondazione FS per lo sviluppo del turismo lento e sostenibile, dal nord al sud del Paese, mentre la Campania con l’effettuazione del “Pietrarsa Express” Napoli – Portici, del “Reggia Express” Napoli – Caserta, dell’ “Archeotreno” Napoli – Pompei – Paestum, e dei treni per Pietrelcina rispettivamente da Napoli e da Salerno, è diventata nel 2017 la regione di Italia con il più ricco ed articolato programma di treni storici in regolare servizio. A cura di Antonio Bertagnin

 

Tags: , , , , , , ,