TFT_ETR425_102-Localita_LaPazienza-2017-10-14-SaccoMichele-inWEBArezzo, 18 ottobre 2017 – Hanno avuto luogo sabato 14 ottobre la presentazione ed il viaggio inaugurale, da Arezzo a Pratovecchio-Stia e ritorno, del primo dei due treni Alstom Coradia ETR425 Jazz acquistati da Regione Toscana con TFT. Al più recente treno 102, di costruzione 2017 e già marcato LFI, si affiancherà durante la prima decade del mese di novembre un altro treno
che verrà distolto dall’attuale dotazione regionale Trenitalia. Contemporaneamente, l’attuale treno Vivalto di TFT (E464.880 e 3 vetture, in servizio dalla primavera 2013), passerà nella disponibilità di
Trenitalia, con uno scambio funzionale ad entrambe le aziende. Durante l’inaugurazione, che ha visto la presenza del Presidente della Regione Enrico Rossi, dell’assessore regionale alla mobilità ed ai trasporti Vincenzo Ceccarelli, dei sindaci di Arezzo e della zona del Casentino, oltre che dei vertici societari TFT, è stato ribadito l’impegno della Toscana verso il rinnovamento del materiale rotabile circolante (una delle regioni con la flotta mediamente più giovane), l’interesse anche nei confronti di linee considerate minori, mentre altrove si chiudono e smantellano, e l’obiettivo di una mobilità sostenibile ed integrata (ad evidenziare ciò, presente anche una delegazione FIAB, Federazione Italiana Amici della Bicicletta, che ha sfruttato le rastrelliere per bici presenti sul treno per viaggiare da Arezzo a Bibbiena).TFT_PresentazioneJazz-Arezzo-2017-10-14-SaccoMichele_08-inWEB_tu
Il primo treno Jazz entrerà in servizio al più tardi all’inizio di novembre, una volta espletate le pratiche burocratiche con ANSF e completata la formazione del personale, mentre l’altro lo seguirà
più tardi nel corso del mese. Sono previsti servizi su entrambi i rami della linea, verso Sinalunga e verso Pratovecchio-Stia, sui treni con buona affluenza. Ma è nel caso del secondo ramo di linea
appena citato che prenderà corpo a partire dal nuovo orario (11 dicembre 2017) la novità più importante: un collegamento diretto dai paesi del Casentino a Firenze, proprio con il Jazz.
Intanto, alla fine della prima settimana di ottobre, sono entrati in servizio dopo lunga attesa anche i due complessi di ALe801/940 e rimorchi Le108, da tempo acquisiti da Trenitalia. Una composizione da 4 casse (ALe801 + 2 Le108 + ALe940) espleta servizio sul ramo verso Sinalunga con i treni a massima affluenza (i treni detti “degli studenti” della mattina presto verso Arezzo e
dell’ora di pranzo in direzione opposta), mentre l’altra composizione, da 5 casse (ALe801 + 3 Le108 + ALe940), verrà impiegata sulla stessa tipologia di servizio sul ramo casentinese della linea entro
l’inizio di novembre, una volta compiute alcune piccole modifiche tecniche necessarie per la messa in esercizio. Su entrambi i complessi è stato disattivato l’impianto di condizionamento, dato che non ne è previsto l’uso durante il periodo estivo.

TFT_PresentazioneJazz-Arezzo-2017-10-14-SaccoMichele_03-inWEB_tu
È prevista l’acquisizione da Trenitalia di altri 3 rimorchi Le108, da utilizzare per allungare la composizione se ritenuto utile, o da utilizzare per pezzi di ricambio per gli altri elementi già acquisiti, così come altri ricambi utili sono stati prelevati o lo saranno dagli impianti Trenitalia di Trieste e di Roma Smistamento. Sarà da valutare cosa ne sarà delle quattro composizioni utilizzate finora per i servizi con forte affluenza, che i due Jazz e le ALe801/940 vanno a sostituire: già detto del Vivalto, che passerà in uso a Trenitalia, restano le tre composizioni con materiale più obsoleto: E624, EDz 12/13, EDz 17/18 con vetture.
È possibile che vengano utilizzate per una crescita dei servizi, ma è sicuro che verranno, almeno in buona parte, mantenute efficienti di scorta anche qualora i servizi non aumentassero, da utilizzare
in caso di sostituzioni di materiale all’ultimo momento o altre esigenze di turno, cosa finora impossibile da fare visto che le composizioni erano contate ed anzi dovevano pure supplire
all’indisponibilità di almeno uno dei complessi “Elfo”, identici ai Minuetto Trenitalia, che stanno effettuando uno alla volta la revisione nell’impianto Alstom di Nola.

TFT-Ale940_049-Albergo_AR_-2017-10-14-CarraraMarco-inWEB_tuttoTR
L’arrivo dei due ETR425 Jazz imporrà anche nel prossimo futuro importanti modifiche presso il deposito sociale di Arezzo Pescaiola: l’attuale corpo in muratura è troppo corto per accogliere un treno lungo oltre 82 metri, per cui è previsto un cospicuo allungamento in corrispondenza dei due binari centrali, andando a ridurre la caratteristica tettoia metallica, al fine di realizzare fosse di visita da 85 metri. Fino a che non verranno realizzati questi lavori di ampliamento, parte della manutenzione verrà svolta presso il nuovo stabilimento SVI di Lucignano. A cura di Michele Sacco

TFT_PresentazioneJazz-Arezzo-2017-10-14-SaccoMichele_09-inWEB_tu  TFT_PresentazioneJazz-Arezzo-2017-10-14-SaccoMichele_06-inWEB_tu TFT_PresentazioneJazz-Arezzo-2017-10-14-SaccoMichele_05-inWEB_tu TFT_PresentazioneJazz-Arezzo-2017-10-14-SaccoMichele_04-inWEB_tu   LFI-ALe801-Fanta-SinalungaIMG_8099-2017-10-14-AndiverFrank-inWEB

 

Tags: , , , , , , , , , ,