ICsun-PresentazioneAccordoMIT_Trenitalia-Carrozza_Z1A_semipilota--RomaTermini-Roma-2017-08-02-BruzzoMarco-DSC_1189_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitRoma, 2 agosto 2017 (aggiornato ore 23.00) – Il Ministro delle Infrastrutture e Trasporti Graziano Delrio e dell’AD di Trenitalia Barbara Morgante stamane hanno incontrato a Roma Termini la stampa per fare il punto sul preaccordo, che si è concretizzato nell’accordo firmato l’altro ieri 31 luglio, tra MIT, MEF e Trenitalia relativo al contributo e all’effettuazione del servizio base IC Sun con treni Intercity e IntercityNotte per il decennio 2017-2026. Infatti fin dal 1° gennaio Trenitalia si è attivata, anche senza la firma formale dell’altro ieri, per rispettare e attivare i treni come previsto nell’iniziale protocollo presentato sempre a Roma Termini il 20 gennaio scorso. La rete dei treni Intercity unisce oltre 200 città del territorio nazionale, con 108 collegamenti giornalieri che vengono attualmente utilizzati da oltre 33.ooo persone/giorno per un totale di oltre 12 milioni di viaggiatori l’anno. Il contratto di servizio fra Trenitalia e Stato per i collegamenti ferroviari di media e lunga percorrenza sottoposti ad obblighi di Servizio pubblico contempla un piano di rilancio attraverso, soprattutto, interventi finalizzati ad ammodernare e potenziare il parco e migliorare qualità e comfort di viaggio. Consente, inoltre, il consolidamento dell’offerta, che include tutti gli Intercity in circolazione, e l’attivazione di servizi aggiuntivi a bordo treno per aumentare i livelli qualitativi. Tra gli investimenti previsti nel contratto c’è il sistematico upgrading di tutto il materiale rotabile impiegato, con la conclusione, entro il 2018, del piano di revamping delle carrozze degli Intercity Giorno, e l’introduzione, sempre con la medesima scadenza, della nuova livrea su tutti gli Intercity Giorno e Notte, comprese le locomotive impegnate nella trazione. Interventi per oltre 300 milioni di euro riguardano la conversione dell’intero parco in convogli reversibili, ossia in treni a composizione bloccata che hanno da un lato la locomotiva e dall’altro una vettura semipilota da dove condurre il convoglio e telecomandare la locomotiva quando questa si trovasse in cosa treno. ICsun-PresentazioneAccordoMIT_Trenitalia-Carrozza_Z1A_semipilota--RomaTermini-Roma-2017-08-02-BruzzoMarco-DSC_1162_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitProprio oggi è avvenuto il taglio del nastro del primo convoglio reversibile con la prima carrozza Z1A semipilota trasformata da Alstom (nuova unità 105) che è entrata nell’asset dei rotabili dedicati ai servizi Intercity e il primo viaggio con l’IC 591 Roma T–Salerno in partenza nel pomeriggio; altre quattro semipilota saranno in composizione tra settembre ed ottobre sulle tratte Grosseto/Milano e Livorno/Milano. Sono previsti inoltre altri upgrading tecnologici tra cui l’installazione di sofisticati sistemi di videosorveglianza a bordo, per aumentare security e senso di sicurezza nei passeggeri. Con il nuovo contratto va segnalato anche un incremento di posti del 16% per gli Intercity Giorno (+6000 in giornata e oltre 2 milioni l’anno); maggiore puntualità e affidabilità grazie all’introduzione di materiale rotabile più performante e innovato tecnologicamente; nuovi servizi come il pulitore viaggiante (ora al 30% sui convogli circolanti) e il minibar sulle tratte più lunghe, il tutto finalizzato a un miglioramento della customer experience. Dopo sette mesi dall’avvio del nuovo Contratto il bilancio vede oltre l’80% degli Intercity Giorno circolanti con ambienti rinnovati e l’introduzione della nuova livrea esterna su oltre il 20% degli Intercity. ICsun-PresentazioneAccordoMIT_Trenitalia-Carrozza_Z1A_semipilota--RomaTermini-Roma-2017-08-02-BruzzoMarco-DSC_1142_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitLa regolarità del servizio tocca il 99,87%, con soltanto lo 0,13% di corse cancellate (nel 2016 sono satte lo 0,26%), mentre la puntualità reale si attesta all’88,5% delle corse giunte a destinazione non oltre i 15 minuti dall’orario previsto, per cause imputate a tutte le criticità, mentre la percentuale sale al 96,8% se si considerano soltanto i ritardi imputabili a Trenitalia. Nel primo semestre del 2017  la soddisfazione della clientela, relativa all’intero viaggio nel suo complesso, è passata al 90,3% rispetto all’85,8% dell’anno scorso: migliorato il giudizio sul comfort, con 5,2 punti percentuali in più, attestando così i soddisfatti all’87,7%; sulla pulizia degli ambienti, con 6,5 punti percentuali in più, raggiungendo l’83,1% dei giudizi positivi e sulle informazioni, con 4,6 punti percentuali in più, raggiungendo la soglia dell’89,5%. Invece, alla specifica domanda di tuttoTRENO all’AD Morgante sulla possibilità di reintrodurre servizi interni di auto al seguito, studi di mercato, fatti svolgere da Trenitalia, non giustificano al momento attuale investimenti su questo tipo di offerta ma qualora la domanda cambiasse in maniera significativa l’impresa valuterà questa possibilità. A cura di Marco Bruzzo

 video di Davide Porciello – foto di Marco Bruzzo

 

Tags: , , , , , , , , , , , ,