NTV-5anni_italo_tuttoTRENO_wwwduegieditriceitRoma, 28 aprile 2017. Il 28 aprile del 2012 Italo partiva per il suo primo viaggio lungo la tratta Napoli – Milano con il suo treno AGV 575 di nuovissima generazione, prodotto da Alstom negli stabilimenti di Savigliano e La Rochelle. Dal muso avveniristico e elegante, i treni AGV sono dotati dello stesso sistema di trazione del treno che il 3 aprile 2007 ha stabilito il record mondiale di velocità su rotaia, 574,8 km/h. Inoltre Italo, che è il treno con le tecnologie più moderne d’Europa, ha vinto il premio Design Award 2013 dedicato alle aziende che hanno migliorato la qualità della vita.
Iniziava così una splendida avventura fatta di numerosi traguardi raggiunti che, lungi dall’essere un punto di arrivo, si sono trasformati in nuovi obiettivi da superare. Grazie alla lungimiranza degli investitori, alla qualità dei servizi offerti, al comfort del treno, alla cortesia e professionalità dei propri dipendenti, Italo è passato dai 6 milioni di passeggeri del 2014 agli 11milioni del 2016 e l’obiettivo è, ovviamente,  quello di crescere ancora,  partendo dal network.
Nel corso del tempo infatti si sono aggiunte nuove destinazioni, fra le ultime Verona, Brescia e Ferrara. Italo, in questi 5 anni, ha consolidato la presenza sul territorio nazionale aumentando le corse giornaliere e facendo tappa nelle stazioni principali delle città italiane: Roma Termini, Milano Centrale e Torino Porta Nuova.
Nel 2012 è partito come treno ma negli anni si è evoluto, diventando anche bus. Il 13 dicembre 2015 infatti ha preso il via il progetto Italobus, sistema di trasporto integrato rotaia – gomma, che consente di spostarsi dalla stazione di Reggio Emilia AV Mediopadana in 5 città della regione (Modena, Mantova, Parma, Carpi e Cremona). Il progetto ha riscosso notevole successo e in meno di due anni è stato riproposto in altre regioni d’Italia. Oggi Italobus collega all’alta velocità anche le località di Potenza, Matera, Taranto, Ferrandina, Picerno, Lauria, Sala Consilina e Cosenza attraverso la stazione di Salerno; Bergamo, Capriate e l’aeroporto di Orio al Serio tramite la stazione di Milano Rogoredo. Novità di questo mese inoltre Trento e Rovereto, collegate al network Italobus dalla stazione di Verona Porta Nuova.
Per aumentare i collegamenti e mettere a disposizione dei viaggiatori sempre nuovi e comodi servizi, Italo ha deciso di investire nell’acquisto di 12 nuovi treni Alstom, EVOluzione della famiglia dei “Pendolino” (NdR: i treni ordinati non sono dotati di sistema di pendolamento), e sta in questi  mesi selezionando oltre 50 nuove persone che entreranno a breve in squadra.
In questo modo Italo avrà la possibilità di ampliare ancora il proprio network, rafforzando la presenza sul territorio nazionale, contribuendo alla crescita del mercato Alta Velocità.
Italo, realtà consolidata in Italia, è diventato celebre anche all’estero. Diverse società straniere hanno guardato con interesse alla sua nascita ed al suo sviluppo, in quanto primo operatore completamente privato ad entrare nel mercato ferroviario dell’Alta Velocità.
Gli standard d’eccellenza di Italo sono garantiti, ovviamente, anche a bordo treno. Italo dedica viaggiatori più esigenti la sua Club Executive, per chi vuole viaggiare sempre al top e circondato da servizi esclusivi come i nuovissimi monitor touch screen, l’offerta dei principali quotidiani e riviste, un servizio personalizzato reso speciale dai prodotti d’alta gastronomia di Vyta Santa Margherita e la possibilità di accedere alle Lounge Italo Club di Roma, Milano, Napoli e Firenze.
Nel corso del tempo Italo ha avuto modo di crescere, offrendo alla comunità servizi a 360 gradi. Oggi Italo è infatti al fianco di importanti iniziative sociali dedicate al volontariato, alla salvaguardia dei beni culturali nostrani ed alla tutela dei diritti di genere; offre il proprio sostegno a importanti eventi culturali che spaziano dall’arte alla musica, mettendo a disposizione sia i propri mezzi (treni e bus) sia i propri spazi (più volte ha ospitato mostre all’interno delle proprie Lounge). In tutto questo Italo, che è nato come treno green, non si dimentica dell’ambiente, promuovendo campagne di sensibilizzazione contro gli sprechi energetici, volte a tutelare il nostro pianeta. Italo ha solo 5 anni, è un treno giovane, e spesso pensa ai nostri giovani: da un paio di anni infatti partecipa ad iniziative dedicate a startup e giovani laureati, con lo scopo di offrire il proprio contributo per far sì che si realizzi il sogno di tanti ragazzi che vogliono affacciarsi al mondo del lavoro.
Tanta strada dunque è stata fatta, affrontando sempre con coraggio ed entusiasmo le nuove sfide, riscuotendo numerosi consensi da parte dei passeggeri che, come dimostra una recente indagine di customer satisfaction, apprezzano i numerosi servizi di Italo, tra tutti: la facilità di acquisto dei biglietti, la professionalità del personale di bordo e la pulizia degli ambienti a bordo treno.
Nonostante i traguardi raggiunti, questa avventura è solamente all’inizio! Comunicato NTV

 

Tags: , , , , , , , , ,