D343_1030_D345_1142-TrenoStoricoRiaperturaRocchettaSaAvellino-InConza, 31 agosto 2016 – Lunedì 22 agosto è iniziata una nuova vita per la ferrovia Avellino-Rocchetta, bellissima infrastruttura di fine ’800 che in 120 km attraversa Campania, Basilicata e Puglia. In disuso dal 2010, dopo sei anni di totale abbandono rinasce ora grazie allo stesso ente regionale che nella persona del suo Presidente Vincenzo De Luca ha siglato lo scorso 14 luglio, assieme a Dario Francescani, Ministro dei Beni Culturali e del Turismo, Maurizio Gentile, AD di RFI, e a Mauro Moretti, Presidente di Fondazione FS, un protocollo per la sua riattivazione a scopi turistici e conseguente inserimento nel progetto Binari Senza Tempo della stessa fondazione.
E così nel pomeriggio di lunedì 22 agosto un bellissimo treno d’epoca, fatto giungere appositamente da Milano, è tornato a lucidare le rotaie che attraversano l’Irpinia. L’occasione, data dallo Sponz Fest che vede la figura di direttore artistico affidata a Vinicio Capossela, ha consentito la riapertura dei primi 40 km del versante pugliese ovvero tra Rocchetta Sant’Antonio-Lacedonia e Conza-Andretta-Cairano, avvenuta di fatto in tempi record, considerando l’avvio dei lavori di decespugliamento e risanamento avvenuto appena due mesi addietro.

Video a cura di Davide Porciello

Per tale avvenimento, come detto prima, è stato fatto giungere a Foggia, proveniente da Milano, uno speciale e massiccio convoglio composto dalle locomotive Diesel D 343.1030, D 345.1142, da quattro vetture centoporte, da una Corbellini a carrelli, da una 31.000 di prima classe, da un bagagliaio a due assi e da un carro contenente un generatore elettrico; tuttavia l’invio dalla Lombardia alla Puglia e viceversa, avvenuto domenica 21 agosto in discesa e 28 agosto in risalita, è stato trainato dalla locomotiva elettrica E 656.001 e in composizione ha visto l’impiego anche dell’unica WL d’epoca inserita nel parco di Fondazione FS.
Tornando allo Sponz Fest, i treni speciali sono stati effettuati nelle giornate del 22, 23, 26 e 27 agosto sulla sola relazione Foggia Conza a/r nella prima giornata e anche sulla Rocchetta-Conza a/r nelle restanti. Notevole è stata la partecipazione di viaggiatori a bordo e di semplici cittadini nelle stazioni attraversate e tutti i treni hanno registrato il sold out grazie anche a dei prezzi popolari per i titoli di viaggio stabiliti per l’occasione.
Al banco di guida del treno inaugurale che ha spezzato i nastri nelle stazioni di Rocchetta e Conza ha voluto fortemente esserci Luigi Cantamessa che per un giorno ha smesso le vesti di direttore della Fondazione FS, assumendo quelle di un semplice macchinista che ha condotto con professionalità il suo treno verso la propria destinazione: la Ferrovia dell’Irpinia! A cura di Luigi Mighali

 

 

Tags: , , , , , , ,