ETR-regionale_di_Alstom-FonteAlstom_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit

Roma, 3 agosto 2016 – Alstom fornirà a Trenitalia 150 nuovi treni regionali destinati alla media capacità;  l’accordo quadro è del valore di circa 900 milioni di euro e prevede un’opzione per le attività di manutenzione. Il primo contratto applicativo è di 47 treni per un totale di 240 milioni di euro. L’inizio delle consegne dei primi treni da parte di Alstom è previsto entro i primi mesi del 2019.
“L’attribuzione di questa commessa è la conferma dell’ottimo lavoro svolto dalla nostra azienda nel trasporto regionale negli ultimi 15 anni. Alstom vanta un ritorno di esperienza positivo con Coradia Meridian, un treno di successo, che ha visto il pieno rispetto dei tempi di consegna, della qualità e dell’affidabilità del prodotto. Questo nuovo progetto ci offre l’opportunità di continuare a lavorare con  le Regioni e con Trenitalia per la crescita del trasporto regionale Italiano”, ha dichiarato Michele Viale, Direttore Generale Alstom per l’Italia e la Svizzera.
I nuovi treni a media capacità per Trenitalia ospiteranno fino a 321 posti a sedere e saranno a mono piano, soluzione che si adatta a molteplici configurazioni e capacità per treni regionali e suburbani. I treni offrono un’ampia scelta d’interni, livree e accessori facilmente combinabili tra di loro. Ogni regione potrà facilmente personalizzare il proprio treno grazie al configuratore interattivo.
I passeggeri apprezzeranno il comfort, lo spazio, la luminosità e i servizi eccezionali che offrono questi treni, creando per loro un’esperienza di viaggio completamente nuova come per esempio una rete Wi-Fi accessibile ai passeggeri e al personale di bordo, un servizio d’informazione e intrattenimento audio video e un sistema di telecamere digitali di videosorveglianza live per la sicurezza dei passeggeri.
Il nuovo treno, sarà ancora più eco-sostenibile, rispetto alle generazione precedenti  poiché progettato per garantire un minor consumo di energia per passeggero, nonostante una maggiore potenza installata per soddisfare i requisiti dell’impianto di climatizzazione. Tutti i materiali utilizzati sono riciclabili al 95%.
Nella progettazione e costruzione dei nuovi treni regionali per Trenitalia saranno coinvolti tre siti di Alstom in Italia: Savigliano (1.000 dipendenti),  Sesto San Giovanni (340 dipendenti) e Bologna (600 dipendenti). Il contratto contribuirà a creare un’opportunità di sviluppo per la rete italiana dei fornitori Alstom. Fonte Alstom

Hitachi-FirmaCntratto300TreniHitachiTrenitalia-Roma-2016-08-03-fotoFSItaliane_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit

Napoli, 3 Agosto 2016 – “Sarà un treno mai visto prima in Europa, in linea con i più alti standard di sicurezza e comfort. Un veicolo che cambierà il sistema di mobilità italiano”.
Con queste parole il CEO di Hitachi Rail Italy, Maurizio Manfellotto, ha commentato oggi la firma sull’Accordo Quadro con Trenitalia. Il Contratto, che prevede la realizzazione di 300 nuovi treni doppio-piano Caravaggio, è frutto della aggiudicazione della gara indetta dal gruppo Ferrovie dello Stato per un importo complessivo di circa 2,6 miliardi di euro.
L’Accordo Quadro ha una durata di 6+3 anni nel corso dei quali Trenitalia ordinerà i convogli Caravaggio ad alta capacità per il soddisfacimento delle esigenze del servizio ferroviario regionale.Contestualmente è stato sottoscritto anche il primo contratto applicativo per 39 treni, di cui 25 in composizione lunga (5 casse) e 14 in quella corta (4 casse) che verranno prodotti per l’Emilia Romagna, per un totale di circa 340 milioni di euro.
I tempi di consegna del primo convoglio omologato saranno di 34 mesi.
“Siamo già al lavoro con una squadra di oltre 300 persone – ha sottolineato Manfellotto – per realizzare quello che, dopo il nostro Frecciarossa 1000, diventerà un altro simbolo del Made in Italy”. Comunicato Hitachi

 

Tags: , , , , , , ,