ALn663_1010_R4258PreSaintDidierAosta_LaSalle_2010_12_11_JacopoRaspanti-DSC_0005_wwwduegieditriceit-varAosta 23 dicembre 2015 -  Nonostante la chiara opposizione dei valdostani, sta morendo in queste ore il servizio ferroviario tra Aosta e Pré Saint Didier, grazie ad una scellerata e incomprensibile scelta trasportistica voluta dalla Regione Val d’Aosta. Fino a quando gli amministratori locali non capiranno che queste ferrovie possono sopravvire solo attraverso un servizio che soddisfi sia le esigenze dei pendolari sia quelle dei turisti (merce non rara in questa zona) non si potrà avere un trasporto sostenibile: l’Alto Adige, e a seguire il Trentino, insegnano. Da più di 80 anni la ferrovia unisce i paesi dell’Alta Val d’Aosta: la speranza è che il sedime non venga subito convertito in piste ciclabili o altre modalità che ne sminuiscano la potenzialità, in attesa che una nuova amministrazione locale sappia cogliere e privilegiare il servizio su ferro. A cura di Marco Bruzzo

 

Tags: , , , , , ,