FE440_008-Porta_del_diavolo-BertoGianfranco-wwwduegieditriceit_MG_7476

Asmara, maggio 2015 – Un viaggio che un appassionato di ferrovie italiane dovrebbe fare almeno una volta nella vita: lo scartamento ridotto eritreo o forse è il caso di dire italo-eritreo, progetto e direzione dei lavori italiani e manodopera eritrea in un’impegnativa opera ferroviaria di inizio novecento dalla costa di Massaua ai 2.200 metri dell’altopiano di Asmara. Se non cambieranno le condizioni economiche del paese del Corno d’Africa si tratterà dell’ultimo viaggio in questa regione dell’oriente africano: infatti le scorte di carbone delle Ferrovie Eritree (elemento indispensabile per la trazione a vapore di cui il paese è privo) termineranno con questo viaggio.
Ecco il programma redatto dal tour operator ferroviario FarRail Tours, organizzatore del viaggio.
16/01/16
Volo per Asmara, i voli possono essere organizzati attraverso FarRail Tours oppure individuali. Si può anche evitare la visita a Keren arrivando il 18 ad Asmara.
17/01/16
Arrivo ad Asmara nella prima mattinata, trasferimento in hotel e riposo. Dopo pranzo trasferimento in autobus a Keren, sistemazione in hotel a Keren.
18/01/16
Visita al mercato dei cammelli, al mercato generale e le due stazioni della città. Nel pomeriggio rientro ad Asmara con fuoristrada, pernottamento ad Asmara.
19/01/16
Nella mattinata visita al deposito dove avviene la preparazione della locomotiva per il viaggio del pomeriggio; nella tarda mattinata visita della città di Asmara. Attorno alle 13 partenza del treno composto presumibilmente dalla Mallet 440 008 e quattro vagoni merci fino al tunnel 22. Il treno dal tunnel 22 viaggerà in salita fino alle Porte del Diavolo, si procederà poi con il rifornimento  d’acqua per poi continuare fino al famoso viadotto; poi verrà fatta l’inversione della locomotiva a Shegereni e si continuerà il viaggio fino a Embatkalla, che raggiungeremo solo dopo il tramonto. Ritorno in hotel ad Asmara in bus.
20/01/16
Nella prima mattina trasferimento in bus fino ad Embatkalla: attorno alle 8,30 partenza del treno per Algenet (km 87). La locomotiva tornerà ad Embaktalla per l’approvvigionamento idrico mentre il gruppo si trasferisce in bus a Ghinda per il pranzo. Nel pomeriggio rientro ad Algenet, attorno alle 14,00 partenza lungo la rampa al 35‰ fino a Nefasit (arrivo attorno alle 17,30). Ritorno in hotel ad Asmara in bus.
21/01/15
Trasferimento in bus a Nefasit dove è in attesa la 440 008 con il treno. Giro turistico di Nefasit e dintorni (08,15-10,00), poi si sale fino a Lessa, con sosta per il pranzo nel bel mezzo della savana Eritrea. La nostra locomotiva si porterà fino ad Arbaroba per il pieno d’acqua. Al suo ritorno riprende il viaggio fino ad Arbaroba (arrivo attorno alle 17,30). Ritorno in hotel ad Asmara in bus.
22/01/15
Nella giornata si assisterà alla salita finale della 440 008 con i suoi quattro carri merci, attraverso la Porta del Diavolo e la Sella di Asmara, punto di valico della linea. Si partirà da Arbaroba alle 7,30 del mattino e si arriverà ad Asmara alle 18,15 circa.
23/01/16
Per questa giornata si prevede un programma variabile che dipende dalla disponibilità residua del carbone. Se non ci dovesse essere più carbone faremo una visita a questi siti: fabbrica di birra, cimitero delle cisterne, cimitero italiano, cattedrale di San Francesco e per ultimo, ma non meno importante, il mercato del riciclaggio. Qualora, come si auspica, ci fosse ancora “carbone disponibile” verrà effettuato un treno da Shegereni (galleria 23) fino ad Asmara con una grande Mallet, classe 442, e carrozze passeggeri. Nel pomeriggio invece verrà effettuata una parata delle locomotive al deposito di Asmara. Pernottamento ad Asmara.
24/01/16
Partenza nella prima mattinata e arrivo in Europa nella stessa giornata.

Prezzo 1270 Sterline (escluso volo): per prenotazioni e informazioni mail@farrail.com. Obbligatorio il Visto d’ingresso che viene rilasciato dallAmbasciata di roma o dal consolato di milano della Repubblica Eritrea (passaporto con almeno sei mesi di validità dalla data d’ingresso prevista).

 

Tags: , , , , ,