ALe501_044-ME044-R3852-PalermoCentrale-Palermo-2015_04_29-SimonPaoloDSC_0233_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit

Palermo 30 aprile 2015 – La frana del 10 aprile scorso sulla A19 Palermo – Catania fra gli svincoli di Scillato e Tremonzelli ha provocato lo slittamento dei piloni del viadotto di una carreggiata facendola appoggiare sull’altra costringendo l’ANAS a chiudere entrambe le carreggiate. Questo provvedimento ha interrotto il collegamento passeggeri e merci fra i due centri più importanti dell’isola, espletato del tutto su gomma. La mancanza di strade alternative limitrofe, interessate anch’esse da frane e interruzioni, idonee a sopportare il traffico che percorreva la A19 ha di fatto spezzato in due la Sicilia. Trenitalia non si è trovata impreparata in quanto, prima che si verificasse lo smottamento sull’autostrada, un programma regionale previsto inizialmente con il cambio orario di dicembre e poi in seguito anticipato a giugno ha permesso di spostare al 3 maggio la messa in servizio 7 coppie di treni Regionali veloci con cadenza bioraria che compiono il percorso fra le due stazioni centrali in 170 minuti coperto fino ad ieri da una sola coppia RV 3850 e RV 3853 che impiegava 195 minuti. Ad essere precisi, dopo la frana, dal 13 aprile alla coppia RV 3850 e RV 3853 era stata inserita una coppia R 31900 e R 34949 con percorrenza di 180 e 190 minuti, diventati poi R 3852 e R 3851 dal 19 aprile. In attesa di nuovi rotabili, la cui gara è in corso di espletamento, la relazione viene svolta con Minuetti ME. A cura di Paolo Simon

Trenitalia-OrarioPalermoCatania-2015-05-03ALe501_044-ME044-R3852-PalermoCentrale-Palermo-2015_04_29-SimonPaoloDSC_0234_tuttoTRENO_wwwduegieditriceit

 

Tags: , , , , , ,