AISAF_Concerto_LJF_Lecce_2014_08_03_ComaianniFrancesco_IMG_1325_wwwduegieditriceitLecce 8 agosto 2014 – Giovedì 31 luglio il treno d’epoca “Salento Express”, composto dalla vettura a terrazzini CTcr 454, dal bagagliaio DU 950 (con impianto frenante Westinghouse appena installato dalle Officine FSE di Lecce in sostituzione della vetusta valvola tripla) e dalle vetture a carrelli Breda Bz 614 e 612, quest’ultima appena riportata nella livrea castano-Isabella dai soci dell’AISAF, al traino della storica BB 159 e l’ausilio della BB 153 (posta in coda per evitare le molteplici manovre di inversione), ha trasportato in giro per il Salento circa 230 viaggiatori offrendo loro intrattenimenti musicali a bordo.FSE_BB159_SalentoExpress_BB153_Nardo_Centrale_Le_LocomotiveJazzFestival_2014_07_31_MighaliL_wwwduegieditriceit
Di tali intrattenimenti si è curato il concerto bandistico “Salvatore Gira” di Galatone (Le), con il sassofonista Raffaele Casarano e con l’attore locale Antonio Calò, quest’ultimo nei panni di uno sprovveduto capostazione; tutto ciò ha dato vita alla live performance “From Station to Station 2014″ nell’ambito dell’evento musicale “Locomotive Jazz Festival 2014″, manifestazione che da tre anni non vedeva più l’utilizzo dei treni FSE per inaugurare il prestigioso festival.
Nelle varie tappe del tour (nell’ordine Novoli, Copertino, Gallipoli, Nardò Centrale e Tuglie) i partecipanti, oltre ad aver assistito alle esibizioni della banda, hanno potuto degustare dell’ottimo vino e dei prodotti locali di forno e, a Nardò Centrale, hanno potuto vedere da vicino i personaggi e i cavalli della Cavalcata Storica Medievale della città neretina e l’esibizione di un locale gruppo di Pizzica; straordinario l’effetto ottico dato da alcune luminarie artigianali montate nei giardini del Museo della Civiltà Contadina di Tuglie da dove il treno ha ripreso la marcia per rientrare a Lecce.

FSE_LocomotiveJazzFestival_ConcertoABordoSalentoExpress_VetturaTerrazziniCTcr454_LineaNovoliGagliano_2014_07_31_MighaliL_wwwduegieditriceit
Il rientro è quindi avvenuto alle 22.20 (con dieci minuti di anticipo sulla tabella di marcia), dopo aver effettuato un coffee break nella stazione di Zollino.
Dalle 23.30 dei giorni 1, 2 e 3 agosto si sono tenuti poi presso il Museo Ferroviario di Lecce gli after show dei concerti serali del Locomotive Jazz Festival, i quali prevedevano lo spostamento negli spazi museali dopo gli eventi che si tenevano nell’Anfiteatro Romano di Lecce. Gli artisti sono stati ospitati nel piazzale esterno antistante i capannoni con lo sfondo del carro cellulare FS Kz 48622, il bagagliaio FSE DU 951, l’automotore FS 216.0042 e il “Salento Express” opportunamente illuminati per l’occasione.

AISAF_Concerto_LJF_passerella_locomotive_Lecce_2014_08_03_ComaianniFrancesco_IMG_1303_wwwduegieditriceit
Gli spettatori, rifrescati dalla distribuzione di drink gratuiti, hanno anche potuto fruire di una speciale visita notturna nel Museo assistiti dai sempre presenti soci AISAF impegnati a garantirne l’apertura. A cura di Francesco Comaianni e Luigi Mighali

  AISAF_Concerto_LJF_Lecce_2014_08_03_ComaianniFrancesco_IMG_1310_wwwduegieditriceitFSE_LocomotiveJazzFestival_SostaNardo_2014_07_31_MighaliL_wwwduegieditriceitFSE_LocomotiveJazzFestival_SostaCopertino_2014_07_31_MighaliL_wwwduegieditriceit

 

Tags: , , , , ,